venerdì 24 agosto 2012

Granita alle mandorle

Ed eccomi nuovamente qui! In realtà non me ne sono mai andata, ma il caldo di questi ultimi giorni mi ha completamente sopraffatta e la voglia di stare al pc per scrivere post è venuta meno!
Ci stiamo godendo gli ultimi giorni d'estate, andando al mare il pomeriggio prima dell'inizio della scuola.
Poi diciamoci la verità... si cucina il minimo indispensabile!
E allora posto l'ennesima ricetta dolce...è l'ultima, poi la smetto giuro!!! :-) Ma... cosa c'è di meglio di una granita rinfrescante quando il caldo africano la fa da padrone? Eh qui in Sicilia la sanno lunga!  :-) 
Per fare la granita di mandorle esistono diversi metodi, o si parte dal latte di mandorla (potete utilizzare anche quello comprato in brick) o dal panetto di pasta di mandorle (si trova nei supermercati ben forniti o nei negozi di specialità tipiche) o direttamente dalle mandorle.
Vi illustrerò il primo e l'ultimo metodo!
In questa granita mi piace mettere anche un pizzico di cannella (come l'ho mangiata a Catania e a Siracusa) se preferite potete non metterla ma secondo me rende il sapore più completo, il miele, oltre ad insaporire, serve a
non far cristallizzare lo zucchero, può essere sostituito con la stessa quantità di glucosio.


Ingredienti per 4 persone


A- Se si parte dal latte di mandorla
  • 800ml latte di mandorla
  • 1 cucchiaio di miele millefiori
  • 50g zucchero
  • le mandorle tritate utilizzate per fare il latte
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
B- Se si parte dalle mandorle
  • 180g mandorle
  • 150g zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di miele millefiori
  • 800ml acqua 
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere



procedimento

A-
Tritare insieme allo zucchero e al miele le mandorle utilizzate fino ad ottenere una pasta liscia, aggiungere nel frullatore una parte del latte di mandorla, la cannella e continuare a frullare, versare in un contenitore insieme al resto del latte, mescolare bene e versare nella gelatiera, lasciare mantecare fino a quando la granita non sarà pronta, servire insieme ad una bella brioche col tuppo!

B-
Se non si ha il tempo di preparare il latte di mandorla, questo metodo è molto comodo!
Spellare le mandorle dopo averle tuffare in acqua bollente, asciugarle e tritarle insieme allo zucchero, al miele e alla cannella fino ad ottenere una pasta della consistenza del marzapane. Ecco, avete preparato il "panetto" che se volete potete conservare in frigorifero avvolto da pellicola per alimenti per un paio di giorni o congelarlo (in questo caso dura un paio di mesi).


Se volete consumare subito la granita, basterà frullare questa pasta con l'acqua, versare il tutto nella gelatiera e procedere come sopra!


Se la conservate in freezer, vi consiglio di farla scongelare per qualche minuto e di frullarla con un frullatore ad immersione prima di mangiarla!






Ad essere sincera è stata una vera impresa fotografare la granita, col cado che c'era in cucina, nonostante l'avessi tenuta in freezer tutta la notte si è sciolta all'istante... Le brioches con il tuppo che vedete provengono dal panificio sotto casa, ma se volete cimentarvi nell'impresa e accendere il forno qui c'è la ricetta spiegata passo-passo!! :-)

Buona granita e buona fine estate a tutti!


26 commenti:

  1. Sai che mi sono sempre chiesta come usare il latte di mandorla ^-^??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ eh allora ora non hai più scuse, devi provare questa granita! :-D

      Elimina
  2. Che buona, mi piacciono da morire le mandorle, anche io la faccio spesso partendo dal panetto di pasta di mandorle....è squisita e rinfrescante!! Capisco la difficoltà per le foto, con questo caldo bisogna essere velocissimi perché si scioglie tutto in pochi secondi, comunque ti sono venute perfette!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Alessia, è rinfrescante! Il panetto mi dicono che è comodo, ma ad essere sincera non l'ho mai provato perchè preferisco dosare lo zucchero! :-)

      Elimina
  3. Per me è come fare un tuffo nel passato....quando facevo le vacanze in Sicilia e a colazione mangiavo la granita alle mandorle con il pane con i semi di sesamo....sapori che conservo nella memoria e nel cuore! che bontà!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) è incredibile di come profumi e sapori vengano associati a momenti della nostra vita! anche per me è così! La granita di mandorle la associo ad una vacanza alle isole Eolie! baci!

      Elimina
  4. Adoro le mandorle, le adoro proprio e questa ricetta è meravigliosa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Chiara! è buona e fa anche bene! :-D

      Elimina
  5. buonissima! ciao io sono Vanna e da oggi sono una tua follower, se ti va passa da me, ti aspetto, ciaoo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Vanna! :-) benvenuta! Non riesco a risalire al tuo blog, potresti mettermi l'indirizzo? grazie e a presto!

      Elimina
  6. amo la granita alle mandorle...e quella siciliana è il top...poi con la brioche morbida e profumata...uuuummmm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) se non fosse che " il troppo stroppia" camperei di granite per tutta l'estate! :-D :-D

      Elimina
  7. Quanto mi piace
    La mia preferita!!!!!!! Andavo sempre in un bar vicino alla spiaggia per poterla gustare...era buona da morire
    Un bacione cara Laura....e goditi questi ultimi giorni d'Estate tesoro
    Un grande abbraccio ai bimbi!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Renata bentornata!!!! è stata un'estate lunga ma già mi dispiace che stia finendo :-( un bacione a te!

      Elimina
  8. sono appena tornata ed ho già voglia di ritornare in Siciliaaaaaaaaaaaaaa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Sempre viva la granita con a brioche! :D

    RispondiElimina
  10. Oh mamma in un colpo scopro un blog meraviglioso e la granita di mandolre che mi ricorda la mia amata e terra d'origine: la Calabria! complimenti, mi unisco ai tuoi lettori e se ti va, passa a trovarmi, ne sarei felice!!!!
    dolcementeinventando.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ale! ma grazie e benvenuta a bordo! :-) passo subito da te!

      Elimina
  11. un blog molto bello ti seguo con piacere se ti va passa da ciao

    RispondiElimina
  12. Ciao, ottima questa granita, se la faccio senza gelatiera credi mi verrà bene?
    Magari hai qualche consiglio da darmi ... a parte quello di comprarmi la gelatiera! :-D!
    Ciao, se ti va passa dalle mie parti.

    Alice

    RispondiElimina
  13. ciao Alice!
    certamente! puoi fare la granita anche senza gelatiera, devi mettere il composto in un contenitore di acciaio o in una bottiglia di plastica, infilare in freezer e andare a girare ( o agitare se utilizzi la bottiglia) ogni 15-20 minuti. Comunque se il composto gela troppo, ti consiglio di frullarlo con un frullatore ad immersione prima di mangiare la granita! :) a presto!
    laura

    RispondiElimina
  14. ciao Laura,
    le tue ricette sono sempre fresche e si sente il profumo del Sud!
    a presto

    RispondiElimina
  15. Cara Laura, da Palermitana d.o.c. "in prestito al nord" apprezzo con GRAN piacere tutti gli esperimenti culinari legati alla mia Isola. Le granite sono sempre il rimedio migliori in questi giorni d'afa...che volgono al termine,ahimé. Le brioche,poiiiiiiiiiiiiiiii B R A V E R R I M A . Baci.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: