sabato 10 marzo 2012

Ravioli di farina di grano Kamut e pistacchi di bronte ripieni di orata, porro, pistacchi e profumo di arancia

Era da tanto tempo che una confezione di farina di pistacchi di bronte stazionava tristemente sullo scaffale della dispensa in attesa di utilizzo. Volevo provare a fare il famoso pesto (che echevelodicoafare è buonissimo!) ma poi presa da mille cose non ho più provato!
Stamattina cercando la farina di grano Kamut perchè volevo fare tutt'altro, ( i biscotti pensate un pò!) mi è caduta questa confezione sui piedi e visto che l'orata per gnucco era già in pentola mi si è accesa una lampadina: e se utilizzassi il pesce che resta insieme ai pistacchi per riempire dei ravioli? Mmmm buono, già provato! E se mettessi la farina di pistacchi anche nella sfoglia? Mubble mubble... Chissà se viene verde e chissà se è facilmente lavorabile?
Che dire, i miei due neuroni, a secolo Cip&Ciop, superstiti dopo troppe notti insonni, ogni tanto funzionano e devo dire meno male che ho provato: il sapore e il profumo di questi ravioli sono unici! La sfoglia diventa verde, la prossima volta  proverò a metterne in percentuale maggiore, e contro ogni mia aspettativa è lavorabilissima! Il merito è anche della farina di
grano Kamut e proprio grazie ai pistacchi resta un pò "grezza", rugosa al punto giusto, cosa che permette di trattenere il condimento alla perfezione!
La novità è piaciuta tantissimo a piccolapeste che non si è neanche accorta di mangiare il pesce... più contenta di così! :-)



Ingredienti

per la sfoglia al pistacchio
  • 200g farina di grano Kamut
  • 260g farina di semola di grano duro
  • 55g pistacchi di Bronte tritati finemente               
  • scorza di 1 arancia BIO grattugiata 
  • 1 cucchiaino di sale marino iodato
  • 2 uova intere
  • 150g di acqua (+- 10g)
per il ripieno
  • 1 orata di medie dimensioni
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 2 pomodorini di pachino
  • 1 porro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di pistacchi tritati di Bronte
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • olio EVO
  • sale marino iodato
1 albume per sigillare
per il condimento
  • 1 porro
  • pistacchi tritati di Bronte
  • olio EVO
  • sale marino iodato
  • scorza di 1 arancia grattugiata BIO

Procedimento:

Prima di tutto cuciniamo il pesce per il ripeno. Visto che dovevo darlo anche al piccolo gnucco ho preferito cucinarlo a vapore e senza sale, ma voi potete fare come volete!
Eviscerare il pesce togliendo le branchie, squamarlo e lavarlo bene sotto l'acqua corrente.

Posizionarlo sul cestello vapore della pentola a pressione versare una tazza di acqua sul fondo e aggiungere i pomodorini, la carota, il sedano ed il prezzemolo lavati pelatti (nel caso della carota) e tagliati a pezzettini. Chiudere il coperchio, al fischio abbassare la fiamma a minimo e continuare la cottura per una decina di minuti.


Mentre il pesce cuoce prepariamo l'impasto per i ravioli.
Come ho già spiegato qui per impastare utilizzo o la macchina del pane o il robot da cucina.
Inserire nella ciotola prima le farine, il sale e la scorza di 1 arancia BIO grattugiata.Fare un buco al centro, versarvi le uova e l'acqua e azionare. 

La mia fidata macchinetta ha un programma apposito che dura 15 minuti. Lavorare l'impasto fino a quando non diventa elastico. raccoglierlo in una palla, avvolgerlo con la pellicola trasparente e farlo riposare per almeno un quarto d'ora prima di utilizzarlo.
Mentre l'impasto riposa, pulire il pesce che nel frattempo si è cotto e preparare il ripeno.
Togliere le foglie esterne di due porri e tagliarli a fettine, lavarli bene e metterli in una casseruola antiaderente con due dita d'acqua e una presa di sale. Quando l'acqua sarà evaporata e i porri ammorbiditi, aggiungere 2 cucchiai di olio EVO e continuare la cottura per un paio di minuti. Prenderne circa la metà e tenere da parte in una ciotola (ci servirà per il condimento!). 


Ai porri rimasti in pentola aggiungere il pesce pulito e tirarlo con 1/2 bicchiere di vino bianco. Non appena tutto il vino sarà evaporato aggiungere i pistacchi tritati, il pane grattugiato, se necessario aggiustare di sale e lasciare raffreddare.
A questo punto abbiamo tutto per preparare i ravioli!
Passare l'impasto con la nonna papera (il procedimento completo lo trovate qui!), in alternativa usare mattarello e olio di gomito fino ad ottenere una sfoglia di forma regolare liscia, omogenea e setosa. Per lo spessore arrivo fino al penultimo buco di regolazione della macchinetta. Mi raccomando di infarinare la porzione di impasto che si va a tirare per evitare che si appiccichi tutto!
Disporre le strisce di sfoglia ottenute su un piano infarinato. 
Per formare i ravioli ho utilizzato il formaravioli Tescoma della misura più piccola (diametro 6 cm), un aggeggino secondo me comodissimo perchè mi ha permesso, non solo di tagliare ma soprattutto di sigillare perfettamente ogni raviolo, senza considerare il fatto che questi ultimi sono usciti tutti uguali e con i bordi belli increspati!


Ritagliare la sfoglia con il formaravioli tutto aperto dal lato tagliente, quindi appoggiare il disco di pasta ottenuto sul lato dentato disporre una pallina di ripieno grande quanto una nocciola, spennellare i bordi con un pò di albume, sigillare la pasta ripiegando il formaravioli su sè stesso e appoggiare il raviolo ottenuto su un piano infarinato.



Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti.




Non ci resta che cuocerli!
Mettere sul fuoco una pentola abbastanza capiente piena d'acqua, quando questa arriva all'ebollizione aggiungere due cucchiaini di sale, 2 cucchiai di olio EVO e tuffarci i ravioli.
Nel frattempo prepariamo il sughetto per il condimento:
Versare in una padella dai bordi alti i porri tenuti da parte, aggiungere un pò di olio, 2 cucchiai di pistacchi tritati e un pò di acqua di cottura dei ravioli, lasciare cuocere fino ad ottenere una crema.





Scolare i ravioli e farli saltare nella padella.

Servire con una spolverata di pistacchi tritati e la scorza di arancia grattugiata.



Piccolapeste ci ha voluto anche il parmigiano grattugiato e in effetti non ci stava male! ;)


37 commenti:

  1. 1. devo assolutamente trovare quell'aggeggio del raviolo:-)

    2. io uso solo ed esclusivamente la farina di kamut (ma anche di farro) in cucina

    3. sembrano succulenti !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!! l'aggeggio per i ravioli è proprio comodo! ;) e si erano veramente ottimi!!

      Elimina
  2. decisamente originali e da provare, bravissima

    RispondiElimina
  3. Anche io voglio l'aggeggio dei ravioli..... e i tuoi ravioli mi attirano davvero... a casa mi ali mangerei forse solo io... marito neanche morto, pulce chi lo sa, ma li vorrei provare comunque ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ne hai la possibilità ti consiglio di provare e poi chissà magari anche i tuoi apprezzeranno! ;)

      Elimina
  4. Complimenti Laura!!!!Veramente originali e poi io adoro il pistacchio!!!!!!!Un bacione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D grazie cara Renata! questi ravioli hanno un profumo di pistacchi incredibile!! Li ripeterò spesso magari anche con altri ripieni! un bacione!

      Elimina
  5. Ciao Laura! Piacere di conoscerti! Ti seguo da tempo ma da quando sono diventata mamma il tuo blog è diventato un must!! Mi sono ufficializzata tra i tuoi sostenitori.. a presto!
    ps bellissima questa ricetta, originale e sicuramente gustosissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Doris! Benvenuta a bordo! ;) e grazie!! Sono molto contenta che i miei post siano utili ad altre mamme! :) A presto!

      Elimina
  6. Sono semplicemente stupendi! Hai avuto una bellissima idea e hai saputo realizzarla alla perfezione!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. E menomalechenondormi sennò chissà che ti inventeresti, due neuroni ti sono suficienti a crare certe delizie. Hai fatto un accoppiamento di sapori superbo. Bravissima, adoro i pistacchi ecchetelodicoafare, da me non stazionano per più di 3 giorni in dispensa, quindi mi tenti-tantissimo. baci e buona domenica. mony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha! hai visto? meno male!!! ^_^ visto che anche tu ami i pistacchi non puoi non provare questa ricetta!! :D un bacione!

      Elimina
  8. Un piatto esemplare, con ingredienti di grande qualità, sono rimasta affascinata da questi ravioli, mi segno la ricetta e la tengo in considerazione per una grande cena.
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Sara! in effetti anche mio marito mi ha detto di tenere presente questa ricetta per le grandi occasioni! un bacio!

      Elimina
  9. QUesti ravioli sono davvero originali ma anche molto golosi! Hai creato un capolavoro di bontà mia cara! Un mix di sapori e profumi incredibilmente invitante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) grazie Claudia! i ravioli si prestano a molte interpretazioni! sto già pensando ad altri ripieni e altri condimenti! :D un bacione!

      Elimina
  10. w o w!!! che fantasia che hai avutooooo :) mmm sono senza parole! me li mangerei tutti in un sol boccone :)

    RispondiElimina
  11. Io il kamut non posso mangiarlo ma questa ricetta é spettacolare. Così dopo l'affare per gli gnocchi ora voglio pure quello per I ravioli!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D grazie Veru!!! sicuramente puoi sostituire la farina kamut con farine senza glutine, magari va bene anche quella di riso! Il marchingegno "fattoaposta" è troooooppo comodo!! I ravioli escono perfetti come quelli che si comprano! ^_^ un bacione!

      Elimina
  12. Mi fa molto piacere che ti sia piaciuto.
    Intanto mi copio questi particolarissimi ravioli (tanto l'aggeggio ce l'ho).
    Bravissima per la ricetta e le fotografie.

    RispondiElimina
  13. wow che buona!!oggi anch'io ho fatto una ricetta con i pistacchi li adoro!!!ciaoo buona settimana

    RispondiElimina
  14. Anche io voglio l'attrezzino per i ravioli. Ogni scusa qui è buona per comprare nuovi attrezzi. Questi ravioli sono semplicemente fantastici. Mi piacciono gli ingredienti e il modo in cui li hai accostati. Assolutamente da fare.

    RispondiElimina
  15. I love pistacchi.... me la segno!

    L'orata.... meno male che non si vede bene l'occhio.... mi vengono i brividi, ma come me la faccio passare sta fobia degli occhi che mi fissano ( e menomale che non si vedono i denti)

    Buon inizio settimana cara Laura!

    RispondiElimina
  16. Complimenti per questo piatto squisito e originale!Ciao

    RispondiElimina
  17. mamma che fame!!!! mi segno la ricetta, ciao

    RispondiElimina
  18. Ottima ricetta! Brava...ti seguo!

    RispondiElimina
  19. Edadovecomincio davanti a questa visione paradisiaca?!?!? Forse dicendo che li avrei tanto voluti trovare oggi a pranzo...ma anche a cena eh mi andrebbero benissimo :D! Avrai anche solo Cip&Ciop ma funzionano benissimo e in due fanno per 20.000!!! Non ho parole, solo che sei geniale ^_^ Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  20. mi piace il tuo blog :) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche se sono alle prime armi :) ciao :)

    RispondiElimina
  21. Che le tue foto parlino da sole, questo lo sapevo già, ma che mi facciano venire una fame pazzesca quando ho appena finito di cenare...questo no! ;-D Che splendore questi ravioli, un tripudio di sapori! Complimenti! Sei un mito!

    RispondiElimina
  22. Ciao, piacere di conoscerti. Hai un blog davvero molto bello e interessante,complimenti. Io non sono mamma ma trovo molto utili tutti i post circa le pappe dei bimbi, non è facile trovarne di così completi in rete, brava. Che dire poi di questi ravioli? Semplicemente senza parole e con l'acquolina in bocca, devono essere squisiti. Mi segno come tua lettrice così non ti perdo di vista anche se, purtroppo non posso, per ora , inserire il tuo blog nella lista dei miei preferiti, spero di risolvere quanto prima.
    Allora alla prossimea ancora complimenti

    RispondiElimina
  23. Sembra davvero una ricetta gustosa!
    però non c'è specificato negli ingredienti il numero di uova da mettere nell'impasto..attendo notizie grazie ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Bea! non mi ero accorta di aver dimenticato di scrivere le dosi!!! ora correggo subito, comunque devi aggiungere 2 uova e circa 150g di acqua, ti dico circa perchè dipende dalla farina, caso mai ne aggiungi un cucchiaio alla volta fino a quando l'impasto non risulta elastico. :-) grazie e grazie per avermi fatto notare l'errore!! poi voglio sapere se li fai eh? ;-)
      a presto!
      Laura

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: