lunedì 14 novembre 2011

stelle di pasta ripiene di ricotta e prosciutto

Questo è stato il mio primo esperimento pasta ripiena con una forma un pò diversa dal solito! Complice piccolapeste che ieri ha attaccato un capriccio tremendo al supermercato perchè voleva per forza quelle confezionate, ho voluto osare facendo le stelline! Sono meravigliata del risultato, credevo che l'impasto non si sigillasse bene usando la formina per tagliare i biscotti e invece no! Fino ad ora avevo sempre utilizzato la rotella taglia pasta per fare i semplici ravioli quadrati, e comunque non avevo mai ottenuto un buon risultato,  per la bambina evito di fare il classico impasto 1 uovo ogni 100g di farina, anche perchè le uova ci sono anche nel ripieno.  Questa volta però ho utilizzato una proporzione diversa tra farina 00, semola, uova e acqua e mi sa che non cambio più! Il colore della pasta è palliduccio...non è proprio giallo, ma è meglio così dato che la piccolabuongustaia si ciberebbe solo di tortelli, tortellini , agnolotti e ravioli vari! Il lato positivo della cosa è che la pasta ripiena è un ottimo modo nascondere gli alimenti off-limits come le verdure o il pesce!
Questa domenica però ho voluto preparare un ripieno diverso, praticamente quello che si usa per fare i tipici cannelloni con la ricotta che mia mamma prepara sempre a Natale.  E' un ripieno semplice e buonissimo e le
stelline fanno Natale no? :) Li ho conditi con burro e salvia e come si dice da queste parti piccolapeste si è "scialata" e non solo lei!
Ecco qui la ricetta:


Ingredienti per 8 porzioni

per la pasta fresca
  • 150g semola di grano duro                  
  • 350g farina 00
  • 160 ml acqua tiepida
  • 2 uova intere grandi
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 albumi per spennellare
per il ripeno
  • 60g parmigiano grattugiato
  • 400g ricotta vaccina
  • 60g prosciutto cotto
  • 2 tuorli d'uovo
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • sale
  • noce moscata
per  condire
  • 1 cucchiaio di burro
  • salvia secca o fresca
  • parmigiano grattugiato


Procedimento 

Prima di tutto preparare la pasta fresca. Io come al solito, per impastare, ho usato la macchina del pane con il programma pasta fresca, ma se non si ha un'impastatrice, si può benissimo fare alla vecchia maniera e cioè a mano!
Le mie povere braccia, però, visto che spesso e volentieri sorreggono notte e giorno quasi 11Kg di bambino non ce la fanno! ^_^'
Versare tutti gli ingredienti, prima le farine, il sale, le 2 uova intere e azionare. Aggiungere man mano l'acqua fino a quando non si arriva ad ottenere una palla compatta ed elastica.  Io ho aggiunto 160 mL di acqua, ma prendete questo dato come indicativo, molto dipende dalla farina che utilizzate (dalla sua "forza") e dalla grandezza delle uova. Io ho usato uova grandi. Raccogliere la pasta in una palla e lasciarla riposare per almeno 15 minuti avvolta da pellicola trasparente prima di utilizzarla.


Il libro della pasta del corriere della sera della collana "la grande cucina" riporta che con queste dosi si ottengono 6 porzioni di pasta fresca, 8 di pasta ripiena, 10 di pasta gratinata, 12 di minestra in brodo (i capellini per intenderci!).
Mentre la pasta riposa, preparare il ripieno: mettere nel boccale del robot da cucina il parmigiano grattugiato, la ricotta, il sale, la noce moscata, il prosciutto cotto, il sale, i 2 tuorli d'uovo (non buttate gli albumi!!!) e il prezzemolo. Azionare le lame a massima velocità modalità impulso per un paio di volte, fino ad ottenere una crema omogenea e non troppo densa. 

 
Trasferire il ripieno in una sac à poche, e annodarla all'estremità. Io ho utilizzato quella monouso della Tescoma. Comodissima perchè,  nonostante nella confezione ci siano 3 beccucci, visto che la punta non è tagliata, mi è bastato tagliarla al momento nella misura desiderata senza litigare con i beccucci, in genere mi si incastrano sempre pezzi di prosciutto cotto o di prezzemolo e il composto poi non scende. Inoltre i sacchetti mi sono sembrati  molto resistenti. 


Stendere la pasta, con la nonna papera, sempre perchè ho le braccia stanche e dolenti :), ma potete stenderla anche col mattarello come fa l'instancabile cuochina, anzi credo che sia meglio, ma non ho mai provato sinceramente! 
 Come si fa con la nonna papera? prima di tutto fissare bene la macchinetta al tavolo o sul piano di lavoro. Regolare l'apertura dei rulli al massimo, tagliare una porzione di impasto grande più o meno quanto 2 uova , spolverizzarlo di farina e passarlo fra i rulli. Piegare la pasta a libro in 3 parti (come per la pasta sfoglia) e ripassarla. Ripetere l'operazione fino a quando la pasta non sarà liscia, omogenea e con una forma regolare. Quindi, ripassare la sfoglia diminuendo mano a mano la distanza fra i rulli. Per la pasta ripiena io arrivo in genere al penultimo buco di regolazione, evitando di infarinare negli ultimi due passaggi per non far seccare troppo la sfoglia, altrimenti non si attaccherebbe al momento di ripiegarla per chiuderla. Si deve ottenere una pasta liscia e setosa come un tessuto.
Disporre le sfoglie sul piano da lavoro leggermente infarinato, tagliare la punta alla sac à poche e distribuire il ripieno (quantità grande quanto una piccola noce)  posizionandolo sulla metà della sfoglia, più vicino al bordo in modo tale che quando si ripiega la pasta la pallina di ripieno non si trovi esattamente vicino alla piega ma un pò più in basso. Questo serve per avere le stelle con tutte le punte!
Spennellare la pasta intorno al ripieno con gli albumi tenuti da parte e ripiegarla. 


Con un tagliabiscotti rotondo piccolino (diametro che entri nel centro della stella) pressare sul ripieno dal lato che non taglia in modo tale da far uscire l'aria e sigillare l'impasto. A questo punto, ottenere le stelle, tagliando la pasta con un tagliabiscotti facendo in modo che al centro di ogni stella capiti la pallina con il ripeno. Ripetere l'operazione fino ad esaurimento di ingredienti.

Quando il ripieno è finito, ho reimpastato i ritagli aggiungendo un pò di farina, li ho ripassati con la nonna papera e ci ho fatto le lasagne che ho congelato tra fogli di carta forno.
Cuocere le stelle in abbondante acqua salata (in cui si aggiungono un paio di cucchiai di olio EVO per non farle attaccare fra di loro), calcolando 2-3 minuti da quando l'acqua riprende il bollore (cottura al dente). Condire con un cucchiaio abbondante di burro fatto fondere insieme alla salvia.  (io per questo uso sempre il microonde).


Spolverare con del parmigiano grattugiato e servire.
Se non prevedete di utilizzare la pasta ripiena entro 2-3 ore, (come accade soprattutto nel periodo natalizio, altrimenti si appiccica tutto), congelarla lasciandola stesa su un vassoio o un tagliere. In un secondo momento chiuderla nei sacchetti per la conservazione degli alimenti in freezer con la data di produzione. 


Al momento di utilizzarla, basta buttarla direttamente nell'acqua bollente con un cucchiaio di olio EVO ancora congelata.  In questo modo è possibile prepararne un pò per volta soprattutto in previsione dei pranzi delle feste con tanti invitati!




Con questa ricetta di pasta fresca ripiena non posso non partecipare, come mi ha ricordato Ely, al contest della bravissima Sonia del blog oggi pane e salame domani..." Di che pasta secca sei? Secca, fresca o ripiena?"



e visto che ci sono tante stelle dorate  partecipo anche al contest di Tiziana del blog bimbi a tavola "non solo tagliatelle, portiamo la musica in tavola".


La canzone che associo alla ricetta non può che essere lo Stelliere una delle più belle canzoni dello Zecchino d'oro.


"...Come immaginerete le stelle sono tante
E faccio una grande fatica per accenderle tutte quante
Su e giù per l'universo ininterrottamente
Perché le stelle son sogni e non posso lasciarle spente
Oh no...oh no...
E allora accendi le stelle tu sai come si fa
Per ogni stella che brilla un sogno nascerà
Accendi le stelle, accendine più che puoi
Sulle stelle ci sono tutti i sogni che facciamo noi.

Uacciu-uari-uari-ua uacciu-uari-uari-ua
Uacciu-uari-uari-ua uacciu-uari-uari-ua...."
Proprio come una stella ogni sogno sembra lontano
Ma è molto più vicino di quanto immaginiamo
E non devi fare altro che crederci veramente
Io penserò alle stelle...non le lascerò mai spente!
Oh no...oh no...
E allora accendi le stelle tu sai come si fa
Per ogni stella che brilla un sogno nascerà
Accendi le stelle accendine più che puoi
Sulle stelle ci sono tutti i sogni che facciamo noi.

Uacciu-uari-uari-ua uacciu-uari-uari-ua
Uacciu-uari-uari-ua uacciu-uari-uari-ua..."

39 commenti:

  1. Ma è una forma bellissima!!!
    la copierò per la pasta ripiena di Natale
    sei sempre un genio Laura!

    RispondiElimina
  2. stupendoooooo *____* oddio che bellissima idea!!! salvata tra i preferiti!...sono troppo teneri...come si fà a mangiarli?

    RispondiElimina
  3. ottima idea! certo che tutti questi bambini con ste mamme così creative e buongustaie sono proprio fortunati :)

    RispondiElimina
  4. Ma che buona! Allora, io adoro queste paste "strane" a forma di stella, di cuoricino..però avevo letto che serviva necessariamente il tagliapasta apposito e quindi ci ho rinunciato a priori *__* ma ora tu mi dai nuova speranza!!! Questo Natale sarà sicuramente stelloso! E poi, una curiosità..ma di dove sei? Perchè, mia cara, mi sa che siamo vicine di casa XD scialata si usa anche delle mie parti! Un abbraccio

    - Noemi

    RispondiElimina
  5. devono essere buonissime queste stelline!
    adoro questa forma di pasta, infatti la faccio spesso ;) ciao!

    RispondiElimina
  6. Che dolcezza queste stelline!!
    Bellissime e sicuramente buonissime. Foto splendide. Insomma: complimenti! :)

    RispondiElimina
  7. Ma guarda che idea originale! QUeste stelline oltre che deliziose sono anche golosissime!

    RispondiElimina
  8. Miam, miam...io non sarei riuscita a fare le foto... quello stesso ripieno lo puoi usare per delle mezze lune di pasta brisée per un buffet (mi ricordo una ricetta trovata sul cucchiaio d'argento)

    RispondiElimina
  9. A guardare queste stelle sembrano veramente buonissime.....poi vedendo il ripieno ne sono certa....sono stra gustosi............bacini

    RispondiElimina
  10. Figata ed intelligentissima l'idea di usare il tagliabiscotti, io non l'ho mai fatto ma quasi quasi appena ho un attimo rimedio!!! Bella idea, bella bella... altro che le porcate confezionate a forma di stella ;)

    RispondiElimina
  11. guarda odio sia pasta che formaggio... ma queste stelline le assaggerei ti giuro sono appetitosissime... farei una variante senza formaggio perchè quello non posso nemmeno vederlo ma mangerei la pasta... mia madre che si preoccupa perché non mangio pasta ti ringrazierebbe !!! A natale questi s'hanno da fa =) e forse anche prima... grazie =D

    RispondiElimina
  12. Laura sei bravissima!!!!!! sono bellisse come il ripieno che hai usato!!!! Perche non partecipi al contest di Sonia? questi sono perfetti!
    http://www.oggipanesalamedomani.it/2011/11/una-nuova-sfida-vi-attende.html
    guarda qui:-)))

    RispondiElimina
  13. Direi che la tua piccola buongustaia ha l' occhietto lungo!!! Queste stelline sono deliziose, buone e bellissime!! Ti sono venute una meraviglia e le foto sono stupende!! Bacione...

    RispondiElimina
  14. Sono BELLISSIMISSIMI!!! mi sa che al cenone di natale non posso non rubarti l'idea!!! GRANDE lAURA!

    RispondiElimina
  15. Che belle!!!Sei stata bravissima!Buona giornata!

    RispondiElimina
  16. ciao laura, come ti sono venute bene queste stelline!! io non sono capace.. peccato, la mia piccola ne farebbe una scorpacciata!! e vogliamo dire qualcosa delle foto????!! BRAVA! a presto!!!

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia, queste stellina son sia bellissime che buonissime!

    RispondiElimina
  18. UUUU che belle stelline hai ragionissima per natale sarebbero perfette ^_^! sai una cosa non ho mai provato a fare la pasta fatta in casa ma mi piacerebbe molto, mia nonna mi faceva solo tagliare i quadratini che poi sarebbero serviti per fare i "ruccoli" cavatelli, ma con la tua ricetta ci proverò sei stata TROOOOOOOppo brava!
    smack

    RispondiElimina
  19. Direi che sono riuscite benissimo!!!
    Buone le stelline!!!
    Si, sono perfette per i bimbi...ma anche i grandi non disdegnano!!!
    Bravissima!!!
    Ciao, un bacio!

    RispondiElimina
  20. @renata: :) grazie cara!! ma genio no... dài! ^_^
    la forma è proprio indicata per il natale!
    @patatina: si mangiano, si mangiano... e finiscono subito! credi a me! ;)
    @Chiara: devo darti ragione, piccolapeste è fortunata!
    @Noemi: ora che abbiamo scoperto che si può fare... proverò con tutte le formine più strane che mi ritrovo!! ahahah!! :) abito a messina, ma sono napoletana, tu sicula? :)
    @Francesca: le stelline sono adatte ai palati nei nostri piccoli gourmet! ;)
    @Elvira Coot: ma grazie!!! :D
    @Claudia: si fa di tutto per far mangiare piccolapeste, che ha gradito! :)
    @Sara: siii!! meno male che ne ho fatte di più e le ho congelate, perchè erano proprio buone!
    @Diz: eh... hai toccato un tasto dolente... le foto! un giorno di questi mio marito mi ammazza, perchè mentre loro mangiano io faccio le foto! e si scoccia non poco di questo fatto! ;) si il ripeno è adattissimo per le mezzelune! grazie per la dritta, le farò sicuramente!! comunque anche nei cannelloni è buonissimo!!
    @stefy: si si veramente buone!! grazie! :) un bacione!
    @veru: ahahahahahahah!!! mi fai morì!! io non volevo essere politicamente scorretta con quelle confezionate...ma visto che lo hai detto tu, lo dico anche io: sono delle vere schifezze!! :D muahahaha... ;)
    @Arianna: grazie! ;)
    @quel bel giorno in cucina: ciao! eh allora sei come la mia piccolapeste eh? poverina la tua mamma!! comunque piccolapeste le ha mangiate senza problemi, il bello delle paste ripiene è che si possono riempire come vuoi, quindi se proprio con il formaggio non ce la fai, puoi sempre fare un ripieno diverso, anche di pesce! :) un bacione
    @Ely: grazie!!! il ripieno ricotta e prosciutto è buonissimo!! ieri non avevo fatto in tempo ad inserire il banner del contest di sonia e poi me ne sono dimenticata! grazie per avermelo ricordato!!! un bacione!! :)
    @patrizia: eh mi sa che hai ragione!! grazie per tutti i complimenti che mi fai sempre!! anche tu sei bravissima! :)
    @Maria: grazie!! felice di esservi utile!!
    @laura:grazie mille cara Laura! :)
    @monica: guarda neanche io ero capace, però ci ho provato e sarà stata la fortuna della principiante, ma ci sono riuscita! tu una volta provaci che non si sa mai :) grazie per i complimenti!!!

    RispondiElimina
  21. @ribes e cannella: grazie!! :)
    @marianna:grazie!!! tu prova, fare la pasta in casa dà molte soddisfazioni!! un bacione!
    @Vane: infatti io e mio marito non abbiamo disdegnato affatto! :)

    RispondiElimina
  22. Meraviglioso post ^_^ inserisco con mooooooolto piacere! Grazie Laura, baci

    RispondiElimina
  23. @Ely:grazie per la segnalazione ^_*

    RispondiElimina
  24. SEI DAVVERO BRAVISSIMA!!!!E QUESTA PASTA E' UNO SPETTACOLO PER GLI OCCHI E ANCHE PER IL PALATO!!!

    RispondiElimina
  25. Ma sono bellissime!!!!!!!!!!!!! Che idea geniale hai avuto, complimenti cara! A delle stelline di pasta così, come si fa a dir di no?!?!!? ;-D Bacione

    RispondiElimina
  26. che buonissima pasta ripiena!

    RispondiElimina
  27. Mi piacciono... e tanto pure.
    Bravissima.

    RispondiElimina
  28. ci credo che abbia gradito sono fantastiche!!!ottima idea di congelare la sfoglia anch'io faccio spesso così..un bacione cara

    RispondiElimina
  29. ma che belle le tue stelline...devono essere ottime e poi l'idea di togliere l'aria con il tagliabiscotti rotondo troppo forte!!! brava!

    RispondiElimina
  30. Oddio ma sono bellissime queste stelline!!! Complimenti davvero! PS: se vai sul mio blog c'è una sorpresina per te.. un gioco divertente a cui partecipare se ti va! Baciii

    RispondiElimina
  31. Ho un debole per la pasta ripiena :-)
    Mi piace il tuo ripieno, te lo copierò, per la pasta ti dirò che io preferisco farla anche senza le uova, è più leggera!!
    Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  32. Accipicchia che lavoraccio: ma la soddisfazione vuoi mettere, questa pasta è squisita! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  33. Favolose queste stelle di pasta *O*!
    Con questa ricetta ti andrebbe di partecipare a un libro di ricette, che sarà venduto per aiutare i bambini di Rocchetta Vara, uno dei paesini liguri devastati dall’alluvione del 25 ottobre?
    L’iniziativa a cui parteciperesti si chiama “Un filo per i bambini di Rocchetta Vara” ed è stata promossa dalla foodblogger Patrizia Bosso. Ti lascio il link del post che ha scritto: http://melagranata.it/2011/iniziative/una-ricetta-per-i-bambini-di-rocchetta-vara/
    E’ stato creato anche un gruppo su Facebook, con lo stesso nome dell’iniziativa: https://www.facebook.com/groups/220137391390646/
    Scusa se ti disturbo, ma penso che questa iniziativa sia davvero importante!

    RispondiElimina
  34. Che brava Laura, questa pasta è invitante e tecnicamente ben fatta..... io la riprovo il prima possibile. Complimenti per il blog e se vuoi fai un salto da me ti aspetto per dei preziosi consigli.
    Ciao Danyxxx

    RispondiElimina
  35. Ragazze grazie a tutte!!
    @mariangela: se mi dici che la pasta ripiena viene buona anche senza uova, la prossima volta farò come te!
    @Julie: conosco l'iniziativa, ma posso donare la ricetta anche se con questa partecipo a 2 contest? in ogni caso sto preparando anche una ricetta solo per i bambini del gulliver!
    grazie!! per queste cose non si disturba mai! ;)
    @Daniela: ciao!!! grazie ;) passo subito da te!

    RispondiElimina
  36. Ciao!!!
    Che brava, complimenti per il blog.
    Se ti va passa a trovarmi

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: