lunedì 6 febbraio 2012

La colazione ideale... secondo me: Cornetti 2.0

Sarà che sono italiana, ma per me la vera colazione, quella ideale, quella con la C maiuscola, può essere solo e soltanto una e consiste in un semplice binomio: cappuccino-cornetto! Insomma in parole povere quella del bar. Il non plus ultra è riuscire a fare la stessa colazione del bar standosene comodamente a casa propria, al calduccio, con mio marito, mentre tutto intorno è silenzio, profumo di caffè e cornetti caldi. Se poi vogliamo proprio esagerare, aggiungiamo oltre al cappuccino cremoso con una spolverata di cacao, una tazzina di caffè espresso ristretto e un bicchiere di spremuta di arancia. Se poi siamo proprio dei "viziosi", mangiare un cornetto sfogliato come quello del bar, ma molto, molto più buono e fatto con le proprie mani, non ha prezzo! :D
Ecco, la  mia colazione ideale è questa e se vi state chiedendo se sono pazza a puntare la sveglia alle 5 di sabato mattina per foggiare i cornetti, metterli a lievitare e poterli infornare 2 ore e mezza dopo, si, probabilmente si, un pò lo sono... ma solo un pò: ne è valsa sicuramente la pena! :)
E' chiaro che non è una colazione che riusciamo a fare
sempre, durante la settimana non c'è mai tempo e nel week end è una vera rarità che i bambini dormano fino alle 10! Forse è proprio per questo che la mia colazione che ho fatto sabato e che vi ho appena raccontato diventa ideale.




 

Chi mi segue sa che ho già pubblicato una ricetta di cornetti, molto buoni, da minimo sforzo massimo rendimento, briosciati ma non sfogliati (era estate e con il caldo che fa qui in sicilia il burro per le pieghe sarebbe direttamente sublimato). Visto che non mi accontento mai ho deciso che era ora di affrontare la mia bestia nera: la pasta sfoglia. L'ho presa alla larga guardando prima Montersino in tv, poi imparando a fare le pieghe con la finta pasta sfoglia per i rustici del maestro adriano, una volta capito il procedimento sono passata ai croissants del cavoletto (ma l'esperimento non è riuscito perchè il burro è andato ovunque tranne che tra le pieghe dell'impasto) e alla fine sono approdata alla ricetta della mitica Paoletta, un nome, una garanzia! Ve lo assicuro! Nel suo post la fa talmente tanto semplice con un passo-passo dettagliatissimo e con tantissimi consigli preziosi (anche il tipo di burro da usare) che mi ha fatto venire voglia di provare subito!

La ricetta originale di Paoletta potete trovarla qui, questa invece è la mia versione, ho solo sostituito una parte di farina 00 con la farina di grano Kamut (come ho visto fare qui da Federica) perchè in casa non ne avevo abbastanza! Ma il risultato è stato comunque ottimo! Ah un'altra cosa, io alla fine preferisco spennellare con il miele invece che con il tuorlo d'uovo!

Ingredienti per 10 cornetti molto grandi
  • 280g di farina manitoba
  • 100g farina di grano Kamut
  • 170g farina 00
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 10g sale
  • 90g di zucchero
  • 1 tuorlo
  • 170g acqua
  • 125g latte intero
  • 30g di burro bavarese
  • scorza grattugiata di un'arancia BIO
  • scorza grattugiata di un limone BIO
  • polpa di un baccello di vaniglia
  • 1 cucchiaio di rhum
per i giri 
  • 290g di burro bavarese (80% parte grassa)
  • un pò di farina 00
per pennellare

  • miele di acacia con un pò d'acqua per pennellare
  • zucchero semolato

Procedimento:
Se avete una planetaria siete fortunati! Io mi sono arrangiata con il robot da cucina con l'accessorio per impasti molli e poi con il gancio.

Andiamo per step:

1. pesare le farine e setacciarle insieme in una ciotola

2. preparare il poolish
Sciogliere il lievito in 170 mL di acqua e 150g del mix di farine. Mescolare amalgamando bene, coprire con la pellicola trasparente e far riposare per 1 ora circa.



3. preparare l'impasto
Versare il poolish nella ciotola per impastare del robot da cucina o della planetaria insieme a 2-3 cucchiai del mix di farine ed impastare. Aggiungere il tuorlo d'uovo e farlo assorbire, a questo punto aggiungere metà dello zucchero (45g) e continuare ad impastare finchè questo non sarà stato assorbito completamente. A questo punto incorporare un'altro paio di cucchiai di farina e l'altra metà dello zucchero e lavorare bene. Passare ad incorporare il latte e alternare con la farina fino ad esaurimento dei due ingredienti. Incorporare il sale, gli aromi, il burro a pezzetti un pò alla volta e lavorare bene fino a quando l'impasto non si arriverà ad incordare. Mettere l'impasto in una ciotola, coprirlo e metterlo in frigo a 4°C per un'oretta. 



4. preparare il burro
nel frattempo che l'impasto riposa in frigo prendere il burro, carta forno, un pò di farina e un mattarello: mettere il burro fra due fogli di carta forno leggermente infarinati e con il mattarello dargli una forma rettangolare di circa 26x20 cm. 
E' molto importante essere veloci, perchè il burro deve mantenere la consistenza e la malleabilità  del pongo.
Rimettere il rettangolo di burro in frigo appoggiato su un vassoio e riprenderlo 5 minuti prima dell'impasto.


5. impacchettare il burro nell'impasto
Togliere l'impasto dal frigo e con un mattarello stenderlo in un rettangolo 38x22 cm.
Prendere il rettangolo di burro e posizionarlo sul rettangolo di impasto in modo che occupi i 2/3 inferiori di quest'ultimo lasciando almeno 1 cm libero di lato.



Piegare sul burro la parte superiore dell'impasto e sovrappovi la parte inferiore con il burro. Mettere in frigo per 10-15 minuti. 

6. Fare la 1° piega
Prendere il panetto dal frigo e posizionarlo davanti a noi con il lato più corto verso di noi e il lato aperto alla nostra destra. Con le mani sigillare bene i bordi dove ci sono le pieghe (senza premere troppo) e poi con il mattarello picchiettare in modo tale da distribuire uniformemente il burro e stendere un rettangolo (con il lato corto verso di noi) di 7-8 mm di spessore. Attenzione a non fare uscire il burro!


Ora piegare verso l'interno il lembo inferiore del rettangolo e poi quello superiore. Ruotare il panetto di 90° in modo tale che la parte aperta sia rivolta sulla nostra destra.  Impacchettare nella pellicola o nella carta forno e mettere in frigo per 40-45 minuti.

7. Fare la 2° piega
Passati i 40 minuti riprendere il panetto dal frigo con la parte aperta sulla nostra destra e la parte più corta verso di noi, stendere l'impasto in lunghezza fino ad ottenere un rettangolo con uno spessore di 7-8 mm. Piegare di nuovo prima il lembo inferiore verso il centro e poi il lembo superiore. Ruotare di 90° in modo da avere la parte aperta a destra. 


 Coprire con pellicola e mettere nuovamente in frigo per 40 minuti circa.


8. Fare la 3° ed ultima piega.
Ripetere tutte le operazioni come al punto 7.

9. Riposo
Dopo aver effettuato la 3° piega mettere il panetto in frigo almeno 40 minuti. Io l'ho lasciato tutta la notte sul piano più freddo del frigorifero e l'ho ripreso la mattina dopo.



10. Formatura
Dopo il riposo predere il panetto dal frigo e stenderlo su un piano infarinato solo nel senso della lunghezza: si deve ottenere un rettangolo lungo e stretto con uno spessore di 7 mm circa.
Con un coltello molto affilato tagliare dei triangoli isosceli di 10 cm circa di base. Praticare al centro di ogni triangolo un taglio di circa 1,5 cm.


Prendere un triangolo tirarlo leggermente e delicatamente e arrotolarlo, allargando il taglio, partendo dalla base verso la punta. Più giri si riescono a fare e più belli verranno i cornetti. 


Curvare leggermente le punte laterali cerso il centro. La punta centrale dovrà capitare nella parte anteriore e sotto il cornetto perchè altrimenti si solleverà sia in lievitazione che in cottura. 
A me sono venuti fuori 10 cornetti molto grandi e due saccottini che ho fatto con i ritagli.




11. Lievitazione e/o congelazione
Adagiare i cornetti così formati su una placca ricoperta di carta forno (io quella riutilizzabile tescoma) , coprire e lasciare lievitare per 2 ore e mezza o fino al raddoppio. 


Se non si ha intenzione di mangiarli tutti (anche se a dire la verità sono buonissimi anche il giorno dopo) è possibile congelare i cornetti prima della lievitazione: mettere i cornetti su un vassoio e coprirli con la pellicola trasparente e metterli in freezer. Quando si sono congelati, passarli in una bustina per alimenti, in questo modo occupano meno spazio! Quando si vorranno consumare, basta lasciarli a temperatura ambiente per tutta la notte e poi procedere come descritto in seguito.

12. cottura
Quando i cornetti sono raddoppiati di volumeSpennellare con del miele di acacia reso più fluido con un pò d'acqua, spolverare con zucchero semolato e infornare. Il forno deve essere già caldo e la temperatura impostata deve essere 220°C per i primi 5-6 minuti poi bisogna abbassare a 180 °C fino a cottura ultimata, circa 10 minuti: i cornetti devono risutare belli dorati (io però ho il forno a gas, per il forno elettrico leggere qui  le indicazioni di Paoletta).



Per evitare che sotto scuriscano troppo, consiglio di mettere una teglia vuota sotto.
Per chi ha il forno a gas come me, per ottenere una doratura perfetta accendere il grill e tenerli giusto una trentina si secondi quando questo sarà caldo.





Questa ricetta è anche su The Breakfast Review

Con questo post/ricetta partecipo al contest "Racconta la tua colazione e vinci!" di DGMag.it sponsorizzato da Smartbox.




Piesse:

Siamo arrivati alla fine di questo chilometrico post,  ma prima di finire voglio ringraziare per il premio "the versatile blogger"
che mi è stato dato dalle gentilissime Mini cuoca 91, Nena e Lina : grazie per aver pensato a me! Io però non amo le catene di s.antonio (non prendetela a male...) per cui lascio questo premio qui a chi vorrà prenderlo! Ma voglio comunque dirvi 7 cose di me come richiede il regolamento:




  1. alterno momenti di normalità con momenti in cui divento una vera e propria maniaca della pulizia e dell'ordine: non mi fermo, quasi fossi un'invasata, fino a qando non ho disinfettato tutto con il mio fedelissimo vaporetto e debellato l'ultimo granello di polvere in casa mia.
  2. prima di avere le due pesti non uscivo di casa se non ero perfettamente truccata, ora invece non mi guardo più neanche allo specchio...sob!
  3. non bevo alcolici e non fumo, ma sono una caffeinomane, toglietemi tutto ma non il caffè, rigorosamente amaro!
  4. Ascolto la musica classica che mi ha insegnato ad apprezzare mio papà e a mia volta la faccio ascoltare ai miei bambini e a mio marito! (quasi ex metallaro...eh eh)
  5. Adoro andare in barca a vela, oh yesss! :) 
  6. A proposito di vela, io e miei fratelli abbiamo iniziato da piccoli e personalmente ho rischiato più volte di fare il bagno nel porto di Salerno in pieno inverno quando durante il corso andavo su una minuscola "noce di cocco". Ecco, vogliamo parlare della pericolosità? io non so se lo farò fare ai miei figli
  7. Non l'avrei mai pensato in vita mia, ma quando ero adolescente non apprezzavo per niente il fatto che i miei si fossero trasferiti in campagna, ora che vivo in città sogno una casa in mezzo al verde con un giardino in cui possano giocare i miei bambini!

53 commenti:

  1. noooo vabbè...pure io oggi ho fatto i cornetti ma non c'è paragoneeee! *__*

    RispondiElimina
  2. che meraviglia, ti sono venuti benissimo!
    anche per me questa è la colazione ideale. bravissima ^__^

    RispondiElimina
  3. Adoro questo post cara Laura..Primo... per la ricetta meravigliosa e ti faccio volentieri compagnia...anch'io adoro cornetto e cappuccio altrimenti non mi alzo bene e poi mi fa tantissimo piacere conoscere delle cose di te....Bè anche per il caffè ti faccio compagnia...anch'io ne bevo tanto e sempre e soltanto amaro....e anch'io prima uscivo di casa solo truccata e "figa" ora non sò neppure la mia faccia...e per ultimo anch'io sognerei di vedere correre scalzi i miei figli in piena campagna....Insomma Un grande bacio!!!!! e COMPLIMENTI!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Renata! abbiamo tantissime cose in comune!! =) un bacione!

      Elimina
  4. Carissima anche noi abbiamo sperimentato questa ricetta e l'abbiamo trovata eccezionale. La lavorazione è lunga ma il risultato ripaga ampiamente!
    Un bacione
    Alessia&Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero! tutte le ricette di Paoletta non mi hanno mai delusa! Mi piacerebbe riuscire a partecipare ad uno dei corsi che organizzano! è vero il risultato è da leccarsi i baffi! un bacione!

      Elimina
  5. Bellissimo aspetto questi cornetti (il marito che non ha fatto niente almeno è andato a prendere il giornale ?:-) )

    Questione di gusti francofili: non mi piace la scorza d'arancia nel cornetto, e se devo essere sincera non userei mai il burro bavarese ma del burro bretone demi-sel...quanto alla francia forse non lo sai ma esistono 2 tipi di croissant : quelli normali (come hai fatto tu) e quelli al burro (non chiedermi quanto burro c'è ! )...ma vale la pena un giorno farti portare dal marito in francia (in una bella zona di campagna, Parigi è troppo scontato) ed assaggiare questi croissants al burro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Grazie Diz! No... il marito non va a prendere il giornale... noi preferiamo leggerlo on line! Si spreca meno carta! ;-)
      Il croissant, quello famoso tuttoburro e allo stesso tempo leggerissimimo come una piuma lo conosco e l'ho mangiato, credo che sia una preparazione totalmente differente dal cornetto che si mangia al bar qui in italia (non ci sono nè uova nè aromi nell'impasto, il burro demi-sel è un ottimo consiglio ma haimè qui a messina non saprei proprio dove andarlo a comprare...purtroppo!:-))

      Elimina
  6. Allora, comincio a dire che:
    1) La colazione che tu hai descritto credo che sia la migliore in assoluto e magari poterla fare sempre!!
    2) I cornetti sfogliati così come la pasta sfoglia sono sempre stati il mio punto debole in quanto li ho sempre ammirati ma mai li ho sperimentati!
    3) Diciamo che, come hai consigliato tu si possono anche congelare, e questa mi sembra davvero un ottima alternativa per poterli gustare più spesso di mattina scongelandoli e senza dover aspettare la lievitazione!
    4) La tua spiegazione e le tue foto così dettagliate mi hanno fatto capire alla perfezione il procedimento e mi hanno fatto venire ancora di più la voglia di provarli...
    5) Visto i punti 1-2-3 e 4 avrai capito che non ho più scuse per non provare queste delizie golose!!!!
    Li hai fatti benissimo e sono talmente perfetti che quelli del bar non si possono guardare....Un bacione cara e scusa il lungo commento!!!
    P.S.Foto stupende!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Patrizia!!! Mi riempi sempre di complimenti! ^___^ Anche mio marito mi ha detto che non può più mangiare i cornetti del bar! E proprio vero quello che dici: magari poter fare sempre una colazione così! :D Congelare è molto comodo così almeno la faticaccia si fa solo una volta ogni tanto!! Un bacio! :D

      Elimina
  7. Troppo buoni i cornetti appena sfornati. Sono proprio come quelli del bar... anzi, addirittura meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come darti torto? E poi vogliamo parlare del profumino che riempie la casa?? ;D

      Elimina
  8. mamma mia che cornetti deliziosissimi....molto più buoni di quelli del bar!!!! e poi complimenti davvero per il passo-passo!
    Abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Penso che il passo passo a volte sia più esplicativo delle parole! ;)

      Elimina
  9. Come ti capisco, anche io mi sveglio ad ore improbabili per impastare, miscelare, glassare o altre cose che solo una vra fanatica della cucina può comprendere...io stamattina sono in piedi dalle 5 per glassare i donuts per i figlioli...è da ieri che se li sognano!!
    I tuoi cornetti davvero da copertina, mi incuriosisce l'utilizzo della farina di Kamut nell'impasto.
    Buona colazione
    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D che cosa non si fa per i nostri figli?? La scena di mia figlia che azzanna e divora il cornetto (e ne ha mangiato uno intero, erano enormi!!) è impagabile! Io mi trovo molto bene con il kamut, ho notato una migliore lavorabilità dell'impasto! un bacione!

      Elimina
  10. Porto il cappuccino, è già pronto! vengo a fare colazione da te ^_^ Li conosco bene questi croissants...stregano! io ne sono diventata dipendente dopo la prima volta! Bacioni, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto mi farebbe piacere fare colazione insieme a te! :D E' proprio vero!! Questi cornetti creano dipendenza!!! Aiuto!!! :)

      Elimina
  11. Io non mangio il cornetto neanche al bar, preferisco la briosche (quella con la "testa")e rigorosamente vuota (visto che si contano sulle dita quelli che ci mettono la nutella, in genere è un altro cioccolato e con me non c'è storia!) ma questi sarebbero la gioia di mio marito se li riempio di crema e amarena...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La brioche "col tuppo" la conosco benissimo, qui a messina c'è una vera e propria cultura sulla brioche che va inzuppata rigorosamente nella granita! (O mangiata ripiena di gelato!) Questione di gusti!! Sarò un aliena invece a me la nutella non mi fa impazzire! :D baci

      Elimina
  12. ti sono venuti una favola!!!!!!
    e' anche la mia colazione ideale,mi aspetti????

    RispondiElimina
  13. Passa da me e portane uno, c'è una sorpresina per te! ;)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  14. Che spettacolo!!!! Meravigliosi questi cornetti, come vorrei una colazione così! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ely! tu sei bravissima, sicuramente se ti cimenti sarai più brava di me e farai la gioia della tua truppa e del capitano! baci! :D

      Elimina
  15. Cornetti... sbav!! Sono venuti strabenissimo, bellissima la sfogliatura, complimentoni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie veru!! Diciamo che nella battaglia con la sfogliatura siamo a buon punto, ma posso ancora migliorare!! ;D Alla fine pensavo peggio ma ti assicuro che questi cornetti sono una goduria, chissà se riesci con la farina senza glutine? baci

      Elimina
  16. Questa sarebbe anche la mia di colazione ideale, ma con l'imminente nascita di fagiolina credo che sarà solo un sogno per un pò... :( I tuoi cornetti sono davvero meravigliosi ne prenderei volentieri uno, facciamo due... Vabbè tre e non se ne parla più! ;) Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ultimi giorni sono i più duri!! Io ho aspettato praticamente un anno dopo la nascita del secondo... Forza e coraggio!!! In bocca al lupo :D e tanti baci!

      Elimina
  17. Oddio cara mia che cosa hai fatto!! Ti sono venuti perfetti!! Meglio del bar! Comunque anche per me la colazione classica è: cappuccino e cornetto! Ma me la concedo giusto il sabato, durante la settimana, come dici tu, non si può! Complimenti per il premio! Ps: anche mio marito adora la barca a vela, infatti ha preso la patente, purtroppo però a me non piace! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è storia cappuccino e cornetto sempre!!! Peccato che non ti piaccia andar per mare!! :) un bacione!

      Elimina
  18. ma tu sei una CUOCA come ti sono venuti belli dio mio ho l'acquolina in bocca :D! e nonostante l'inc***ra di quest'ora da delirio mi sento dolce come uno dei tuoi cornetti ^_^ smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D grazie Marianna!! Ti offro un cornetto virtuale! ;D un bacione!

      Elimina
  19. Pure secondo me carissima!:) La sfoglia non la ho mai fatta sento che l'ora si sta avvicinando e devo dire che temo un pò.. ate certo sono riusciti perfettamente:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad essere sincera non hai idea di quante volte ho provato a fare il cornetti sfogliati con diverse ricette però a distanza di tanto tempo per "riprendermi". La ricetta di Paoletta è perfetta e il risultato è grantito! Provare per credere! ;)

      Elimina
  20. Splendidi!!! Ma visto che la preparazione è abbastanza lunga, penso di prepararli durante il we e congelarli!! ...e tirare fuori al momento della "voglia irresistibile".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ grazie! anche io farò così questo we! Congelarli è davvero comodo e la faticaccia si fa solo una volta! :D

      Elimina
  21. mamma che lavoro! Brava, brava però!
    Ieri ti ho pensato e se passi da me capirai il perchè..ciao
    fulvia

    RispondiElimina
  22. Grazie per le spiegazioni dettagliatissime! Ideali per far capire come si fa questa benedetta pasta sfoglia, io non l'ho mai preparata ma mi è venuta la voglia! Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. laura è stato più difficile scrivere il post (con tutte le foto) che fare la pasta sfoglia! Giuro! :) Prova e vedrai che risultato!

      Elimina
  23. splendido resoconto di una colazione da 10 e lode!

    RispondiElimina
  24. son capita per caso nel tuo blog...ed è veramente carino...mi aggiungo ai followers ^_^ buona serata

    RispondiElimina
  25. Che buoni! Ho preparato il mio primo contest sulle stagioni. Sarei felice se partecipassi. Buna giornata.www.dolciarmonie.blogspot.com

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Che meraviglia i tuoi cornetti. Anche per me è la colazone ideale e il tuo post è semplicemente perfetto, spiegato benissimo e con foto sempre bellissime. Brava.

    RispondiElimina
  28. favolosi! Complimenti per la preparazione di questi cornetti! Devono essere più che ottimi! Dessi

    RispondiElimina
  29. ciao Laura che cornetti da favola, bellissimi e leggeri.

    RispondiElimina
  30. da quando ho provato questa ricetta la domenica mattina a casa mia il profumo dei cornetti caldi inebria tutto il vicinato.Li preparo una volta al mese e li congelo pre consumarli ogni domenica mattina.Un consiglio che vorrei aggiungere io li riempio alcuni con il cioccolato fondente a pezzetti altri con la crema pasticcera fatta in casa.
    Sono una vera delizia per grandi e piccini. Grazie Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Antonella!
      grazie a te per questo bel commento e scusami se non ti ho risposto subito... ho traslocato in un'altra città e sono stata senza adsl per tanti giorni!
      Sono contenta che questi cornetti ti siano piaciuti! Si sono ottimi anche con il cioccolato, io preferisco farcirli al momento ma solo con marmellata perchè ai miei bimbi piacciono così! ;-)
      a presto!
      Laura

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: