domenica 17 giugno 2012

Clafoutis aux cerises

L'estate, les temps des cerises!
L'altro giorno avevo tante ciliegie non più freschissime, perfette per fare un dolce!
E così con piccolapeste, come al solito, ci siamo messe a sfogliare un libro e questa volta la mia piccola aiutante ha scelto proprio il clafoutis, attirata dalle ciliegie immerse nell'impasto, chiamandola "torta a pois" !
Il clafoutis è uno di quei dolci che ho sempre visto sui libri ma che non avevo mai fatto nè assaggiato: devo dire che mi ha sorpreso molto, morbido e dolce al punto giusto con quella nota fresca e golosa data dalle ciliegie.
La ricetta originale francese, infatti questo dolce è tipico della regione del Limosino, prevede l'utilizzo di ciliegie nere non snocciolate perchè  a quanto pare i noccioli  hanno la funzione importante di mantenere il succo e conferire al dolce un aroma particolare... ma dato che il dolce era destinato principalmente alla merenda dei bimbi ho preferito toglierli.








Ingredienti

  • 500g ciliegie nere
  • 90g zucchero semolato
  • 90g zucchero di canna
  • 100g farina 00
  • 4 uova
  • 400ml latte
  • 50ml Kirsch
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia burbon home made
  • una presa di sale
  • 20g burro fuso
  • burro per ungere
ricetta riadattata dal libro "Enciclopedia della cucina italiana, volume dolci al cucchiaio, biblioteca di Repubblica

Procedimento
Imburrare una teglia e preriscaldare il forno a 190°C.
Lavare le ciliegie, asciugarle, togliere loro il picciolo, denocciolarle e disporle in uno strato nella pirofila imburrata. 
Lavorare le uova con lo zucchero, unirvi il burro fuso, la farina setacciata e continuare a lavorare fino a quando non sarà stata assorbita. Aggiungere l'estratto di vaniglia, il Kirsch, quindi unire il latte un pò alla volta fino ad ottenere una pastella liscia, un pò come quella delle crepes ma più liquida.


Versare la pastella nella teglia, cercando di non coprire le ciliegie e infornare e cuocere per 35-40 minuti, ma non di più altrimenti questo dolce diventa gommoso!
Toglierlo dal forno e cospargerlo con un paio di cucchiai di zucchero semolato.


E' ottimo servito sia tiepido che freddo.


Nota:
Esistono molte varianti di questo dolce con diversi tipi di frutta, pere, mele, albicocche, pesche anche con aggiunta di frutta secca.

Un'ulteriore variante è di utilizzare, al posto della farina pane raffermo senza crosta bagnato di latte o succo di frutta. È un modo elegante di riciclare avanzi. Le signore che cucinano spesso clafoutis, pietanza piuttosto facile, vengono chiamate "clafouteuses". (da Wikipedia)





36 commenti:

  1. Che bella ricetta, te la copio. Non ho mai provato a fare questo dolce, ma mi hai incuriosita, bisogna che mi decida.
    Grazie, Laura. Un abbraccio.
    Stefania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Stefania! questo dolce vale la pena di provarlo! ;-) un bacione

      Elimina
  2. Neanch'io ho mai fatto questo dolce ma guardando il tuo mi è venuta voglia di provare! Brava sia per la torta che per la foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ grazie! se non fosse stato per la mia bambina, probabilmente non l'avrei provato! ;-) ma ne è valsa la pena!!

      Elimina
  3. brava, mi piacciono le ricette in cui si utilizzano ingredienti che sono troppi maturi e che farebbero una fine tristissima; sai da quanto è che mi dico clafoutis clafoutis, per un motivo o per l'altro mi manca sempre qualcosa. Ora non ho più scusa compro ste benedette ciliegie tanto se maturano troppo c'è la tua ricetta a salvarmi. bravissima belle foto. un bacio e buona domenica. mony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Monica, odio profondamente gli sprechi soprattutto perchè le ciliegie costano :-) un bacione e grazie!!

      Elimina
  4. Ok!mi sono innamorata!!!!ricetta strepitosamente deliziosaaaaaaaaaaaaa!!!!grazie!!!!baci e buona domenica!

    RispondiElimina
  5. adoro il clafoutis, ne ho recentemente proposto uno anche io!
    Che bello vedere quelle manine al lavoro........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ora posso dire di adorare anche io il clafoutis!! :-D le manine della mia bimbetta stanno diventando sempre più abili in cucina!! :-)

      Elimina
  6. Mai fatto ma ne ho visti tanti in questi giorni ...e mi è venuta una voglia di provarlo..poi il tuo con la tua bimba ad aiutarti non può che essere davvero UNICO!!!!!!!!!!!!
    Un bacione Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Renata!! provalo vedrai che buono!! :-)

      Elimina
  7. Certo che con un aiutante così sei davvero fortunata e non poteva che uscire un risultato strepitoso :-) Mi piacciono tantisimo i clafoutis e questo classico alle ciliegie ancora di più... sai.. i pois :-) Buona settimana!

    RispondiElimina
  8. E' uno dei dolci che preparo più spesso perché è veloce, semplice e gustosissimo!! Mai fatto con le ciliegie intere, chissà se cambia sapore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non saprei dirti se cambia molto il sapore... sul libro c'era scritto di si, sarebbe interessante farne due in versione mini uno con e uno senza noccioli per fare un confronto!! :-D

      Elimina
  9. ci francofiliamo pericolosamente :-), se è vero che è del Limousin, però l'aggiunta del kirsch è dovuto al suo passaggio ad est della francia dove c'è un mucchio di ciliegie e per forza del distillato di ciliegie...

    qui sotto ti metto una delle ricette del Limousin
    - 500 g de cerises noires,
    - 4 oeufs,
    - 125 g de sucre,
    - 80 g de farine,
    - 60 g de beurre,
    - 25 cl de lait,
    - 1 pincée de sel,
    - 1 sachet de sucre vanillé.

    e comunque te lo consiglio con qualsiasi frutta (all'eccezione delle fragole), pesche, albiccocche, pere... (con sopra un po' di amaretti)...

    l'altro giorno per cambiare ho fatto dei muffin con 5 mezze ciliegie nel fondo, devo dire che hanno avuto un gran successo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione del kirsch :-) e sicuramente proverò la tua ricetta originale del Limousin!!
      Je vais devenir, moi aussi, une clafouteuse! (scritto giusto? il mio francese è moolto arruginito!!)

      Elimina
  10. Ciao! Mi hai dato un ottimo suggerimento! Mi hanno regalato tante ciliegie e non sapevo come utilizzarle, ora lo so! Però mi sa che anch'io toglierò il nocciolo, non so.. la gente potrebbe perdere i denti :P
    Ps: posso chiederti di che misura è la teglia con cui hai fatto il dolce? Grazie :D baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh anche io ho pensato ai denti!! :-D la teglia ha un diametro di 28 cm! baci a te!

      Elimina
  11. Bella Lei con il suo grembiulino a rompere precisamente le uova! il dolce sembra delizioso e anche io avrei tolto i noccioli, li vedo abbastanza pericolosi anche per gli adulti, che presi dalla foga di mangiare il dolce si spaccano i denti non ricordandosi dell'intruso! ahaah Smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ il grembiulino rosa è troppo carino!! un bacione!

      Elimina
  12. ma quanto sono tentata a farlo il clafoutis...sembra davvero delizioso e goloso!
    baci

    RispondiElimina
  13. Ho un problema con questo dolce che inizio a pensare sia proprio un mio limite. La prima (e unica) volta che l'ho fatto mi aspettavo qualcosa di molto diverso, qualcosa di meno "morbido" probabilmente. Insomma, sono stata dieci minuti a chiedermi se lo avevo effettivamente cotto e ora leggendoti mi chiedo invece se non l'abbia cotto troppo perché la consistenza...be', non era proprio gommosa ma neanche piacevole. La terza opzione è che il Clafoutis non sia proprio dolce per i miei denti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia! Secondo me il problema di questo dolce sta nella quantità di latte della ricetta e nel tempo di cottura: più latte c'è e più il dolce sarà morbido, un pò come una crema cotta al forno, allo stesso tempo più lo fai cuocere e più risulterà gommoso e dal sapore di una crepe molto alta...poco piacevole direi! non so se ho reso l'idea! :-) fammi sapere se decidi di ritentare!! ^_^ un bacione!!

      Elimina
  14. Ciao bella, questa torta a pois è meravigliosa! Sembra anche molto semplice, cosa che mi spinge a chiedermi perchè non mi è mai venuto in mente di farla!
    Un abbraccio!
    P.S. stasera sto già iniziando ad apprezzare le conseguenze dello switch off! ehehehehh grazie per il supporto morale! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Luna! :-) secondo me il clafoutis è uno di quei dolci furbi da minimo sforzo ma che rende molto!
      sempre a disposizione per il supporto morale! un bacio! ^_*

      Elimina
  15. troppo golosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  16. Ciao Laura,
    sono di nuovo qui per dirti che ti ho dato un premio sul mio blog. Se vuoi passare...
    Un abbraccio. Stefania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Stefania!! lo esporrò nei prossimi post! ;-)

      Elimina
  17. Ma che buona questa ... torta a pois :-)) La versione pane raffermo mi affascina molto molto...quasi quasi ci provo :-)

    RispondiElimina
  18. I am impressed! Great photos! Great blog!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: