venerdì 16 marzo 2012

Pizza di scarola

Un altro piatto tipico della cucina napoletana è la pizza di scarola.
In genere questo piatto si mangia durante le festività natalizie, ma è talmente buona che secondo me può essere mangiata sempre e detto inter nos è perfetta per le scampagnate primaverili e perchè no è ottima da portare anche a pasquetta! ;)
Questa che troverete qui però non è la ricetta tradizionale, ma una mia personale versione, primo perchè  purtroppo a Messina non trovo la scarola liscia (eh già perchè magari voi non lo sapete ma esistono due tipi di scarola: una "liscia" che viene cotta e una "riccia" che viene mangiata cruda in insalata) e poi perchè mi sono inventata un impasto tutto diverso fatto con lo yogurt greco.
La ricetta tradizionale vuole che si utilizzi o "la pasta di pane" o un'impasto ottenuto con farina acqua, sale, una buona quantità di strutto e lievito di birra (come descritto sul libro della cucina napoletana di J.C. Francesconi).
Visto e considerato che mai e poi mai comprerò lo strutto, ho voluto utilizzare yogurt e olio EVO, il risultato è fantastico, è dietetico ( il che non guasta mai !) e il sapore
è molto simile ad un tipo di crackers, avete presente i doriano della doria? ecco quelli! :-D infatti credo proprio che questa ricetta la terrò presente anche per fare dei semplici biscotti salati!

Ingredienti per una teglia rettangolare 18x24cm

Per la pasta
  • 350g farina di grano Kamut
  • 80g olio EVO
  • 1 cucchiaino raso di sale marino iodato
  • 150g yogurt bianco magro (io quello greco con tutto il siero)
  • acqua tiepida  quanto ne richiede l'impasto (c.a 60ml)  
per il ripieno
  • 1 cespo di scarola riccia grande
  • 3-4 pomodori secchi
  • 10 olive nere di gaeta
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 pugno di capperi di salina
  • 100g acciughe sott'olio
  • 30 g pinoli
  • 50g uvetta sultanina
  • Olio EVO
  • sale marino iodatp


Procedimento
Preparare l'impasto
Mettere nel robot da cucina la farina, il sale, lo yogurt e azionare ad impulso. Quando lo yogurt sarà stato assorbito aggiungere l'olio EVO sempre lavorando, l'acqua tiepida ( circa 60 ml) e lavorare fino a quando l'impasto si raccoglie in una palla.

L'acqua va aggiunta poca per volta, la quantità è variabile perchè dipende molto dal tipo di farina utilizzata.
Coprire e fare riposare per una mezz'oretta a temperatura ambiente.

Preparare il ripieno
Far rinvenire l'uvetta in una ciotola con acqua tiepida e sciacquare i capperi.
Togliere le foglie esterne al cespo di scarola, tagliare la base e dare una prima sciacquata per far eliminare la terra, quindi mettere le foglie in acqua con un cucchiaio di bicarbonato. Dopo una decina di minuti sciacquare benissimo le foglie e mettere la scarola in uno scolapasta per far perdere l'acqua.
Intanto in una casseruola antiaderente dai bordi alti (va benissimo anche il wok) mettere l'aglio, due alici, i pomodori secchi tagliati a pezzetti, le olive denocciolate, i capperi, i pinoli e l'uvetta con 2 cucchiai di olio EVO. Far rosolare e quando l'olio è ben caldo aggiungere la scarola. Chiudere il coperchio e cuocere a fiamma alta (senza aggiungere acqua) fino a quando la scarola non sarà appassita, a questo punto togliere il coperchio e continuare a fiamma alta per una decina di minuti o fino a quando l'acqua di vegetazione non si sarà asciugata.

Poco prima di togliere dal fuoco, aggiungere il resto delle acciughe a pezzetti, poi lasciare raffreddare. Controllare di sale e se necessario aggiungerne un pizzico, attenzione però perchè sia i capperi che le alici e i pomodori sono salati!

Assemblare la pizza
Dividere l'impasto in due porzioni: una più grande per la base e una un pò più piccola per coprire.
Stendere la porzione più grande su un piano infarinato, fino ad uno spessore di 5 mm, foderare una teglia rettangolare foderata di carta forno e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.

Distribuirvi all'interno la scarola in maniera uniforme e coprire con l'altra porzione di impasto (ugualmente spianato), sigillare bene i bordi ripiegandoli verso l'interno, fare qualche foro sulla superficie con i rebbi di una forchetta e cuocere a 180°C (forno già caldo) per 25-30 minuti o fin quando la pizza non sarà dorata!


E' ottima sia calda che fredda.



40 commenti:

  1. Conosco questa pizza che tra l' altro mi piace tantissimo...Sono rimasta incuriosita dalla tua pasta e ho salvato subito la ricetta così la provo subito!! Bellissime le foto come sempre...Un bacione e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia!! :D e dire che sono andata un pò in crisi per le foto perchè le ho scattate di sera! L'impasto provalo perchè secondo me vale molto!! ;) un bacione!

      Elimina
  2. Ciao Laura e che buona la pizza di scarola ma quanto è originale il tuo impasto...ragazza ma quante ne sai....sei un vulcano di idee!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Renata! :D Io adoro in genere tutte queste "pizze" che altro non sono che schiacciate piene di verdure! Spero di riuscire a postare una ricetta simile (con le erbe di campo) quando vado a trovare i miei per pasqua! un bacione! :)

      Elimina
  3. noi emiliani senza strutto non ci alziamo alla mattina :-)
    a proposito di impasto dietetico, una amica faceva una specie di frolla con farina e succo di mela, e non era niente male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ci vuoi fare? questione di gusti! E' che a me da fastidio proprio l'odore (ma anche tutta la carne di maiale eh!? non solo la sugna!) per la frolla dietetica in genere la mela (in purea o in succo) si usa per sostituire le uova! ^_^

      Elimina
  4. Peccato non sia più stagione di scarola qui da me... l'avrei provata di sicuro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato!! alla fine nonostante viviamo in un'era globale dove tutto è alla portata di tutti mi rendo conto che è difficile trovare le stesse verdure nelle varie regioni italiane!

      Elimina
  5. che buona che dev'essere!
    sono molto incuriosita dall'impasto, devo provarlo!
    Buon fine settimana :*

    RispondiElimina
  6. La pizza di scarola è fantastica,la proverò anche con la farina di kamut!!!!!!!!!Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la farina di Kamut è fantastica! Ormai la uso ovunque! :)

      Elimina
  7. conosco anche io questa specialità..è buonissima..e quasi quasi provo la tua versione col kamut..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala! Poi mi racconti come è andata? :)

      Elimina
  8. La conosco bene questa pizza, interessante il tuo impasto, con lo yogurt greco mi sembra una bella idea, io usavo lo yogurt nellìimpasto di una frolla.

    Allo strutto io, invece, non rinuncio, aggiunge qualcosa anche a dei semplici panini...ma è una questione di gusti, l'importante in cucina è la moderazione!!

    buona domenica

    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Loredana, è una questione di gusti... è proprio questo il mio problema! Non ne faccio una questione dietetica è che proprio non mi piace! ^_^'
      un bacione!

      Elimina
  9. ciao io sono Ann@ di http://unpodibricioleincucina.blogspot.it/

    è la prima volta che mi fermo qui, trovata per caso..!! ti faccio i miei complimenti per il tuo blog de-li-zio-so :D))
    questa ricetta la conosco molto bene, e so che è buonissima, e poi si può usare per un fuoriporta..
    a presto... ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ann@! :) grazieeee!!! e benvenuta a bordo! ^_^

      Elimina
  10. Sono d'accordo con te. La pizza di scarola si fa fino a che si trova la scarola!!! Non solo durante le feste natalizie. E' tradizione anche in casa mia. Io ne ho postata una con la pasta matta. Buona anche quella!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pasta matta mi incuriosisce! Ora vengo a sbirciare! :)

      Elimina
  11. Ciao noi non abbiamo provato la pizza alla scarola ma devo dire che la tua ricetta è molto invitante,Complimenti per il tuo blog,è molto carino e ben curato.
    Ti seguiamo volentieri...a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ragazzi! :) grazie per i complimenti e benvenuti! ^_^ a presto!

      Elimina
  12. me intrigaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)) eh eh non ne avevo dubbi! un bacio cara giulietta!

      Elimina
  13. Deve essere proprio buona, pasta insolita...da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Elena! :) grazie! io la adoro perchè la scarola è amarognola ma c'è il dolce delle uvette che bilancia il tutto! :) per la pasta ne vado molto fiera! ;)

      Elimina
  14. io la adoro! E con queste foto che hai messo ora mi tocca girare mezza dublino per trovare della scarola che non troverò mai e farmela a casa!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh! fare il giudice per il tuo contest con lo yogurt ha dato i suoi frutti! Ora metto yogurt ovunque!!! :D Magari se proprio non trovi la scarola puoi provare a sostituire con un'altra verdura amarognola tipo cicoria! :)

      18 marzo 2012 17:49

      Elimina
  15. quanto adoro le pizze di verdure! questa di scarola non l'ho mai fatta! mi hai fatto venir voglia di provarla! sarà sicuramente ottima!
    abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora siamo in due!! ^_^ nooo non puoi non provarla! un bacione!

      Elimina
  16. Deve essere senz'altro squisita!!!

    RispondiElimina
  17. Mia suocera la fa spesso, mi piace da morire!! Devo parlare di questa tua variante che è molto molto interessante!! baciii

    RispondiElimina
  18. Davvero un ottima idea per la gita di pasquetta :D
    Passa da me quando puoi c'è una sorpresina per te ...
    A presto

    RispondiElimina
  19. l'orto di mio padre pullula di scarola...mi piace questa tua pizza!!!! devo rifarla al più presto!!!! un bacione

    RispondiElimina
  20. Non l'ho mai provata la pizza di scarola,da fare sicuramente!questa tua pizza mi stuzzica molto!Ciao

    RispondiElimina
  21. meravigliosa le pizze con la scarola soprattutto ma con le verdure in generale sono le mie preferite.

    RispondiElimina
  22. Mamma mia che fame!!!! è davvero buonissima!!! Complimenti!!! :)

    RispondiElimina
  23. ci credi che se l'avessi qui la mangerei tutta!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. Laura GRAZIE!!!! Domani la faccio, è molto stuzzicante!!!!!!! baci
    Giò

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: