martedì 1 gennaio 2013

Estonian Kringle, la ricetta per prepararla a casa e buon 2013!

Buon Anno!!!
Che questo 2013 cari amici vi porti tanta tanta felicità e serenità!
Festeggiamo insieme con una fetta di questa corona Estone.
La prima volta che l'ho vista è stato diversi anni fa a Tallin in Estonia, e l'avevo classificata come impossibile da realizzare, poi Alessandra l'anno scorso ha postato la ricetta tradizionale e l'avevo appuntata ma quando poi l'ho rivista da Patrizia non ho potuto più aspettare e mi sono messa immediatamente con le mani in pasta! Sono rimasta molto sorpresa perchè contro ogni mia aspettativa la preparazione è davvero semplice, ed ora non faccio altro che sfornare queste meravigliose corone, anche qui a casa di mia mamma! 

La ricetta che ho utilizzato è quella di Patrizia che a sua volta l'ha presa da qui, io l'ho solo modificata un pò dopo averne sfornate parecchie perchè mi sono accorta che in questo modo l'impasto viene ancora più morbido!




Ingredienti
  • 250 ml latte tiepido
  • 2 cucchiaini di malto d'orzo
  • 2 cucchiai di miele
  • 60g di burro
  • 1 presa di sale
  • 2 tuorli d'uovo
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato                    
  • 300g farina 0
  • 300g farina manitoba
per il ripieno
  • 100g burro a pomata
  • 6 cucchiai di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di cannella in polvere


Procedimento
Per impastare ho utilizzato come al solito la macchina del pane con il programma solo impasto, se disponete di un'impastatrice tanto meglio! :-)
Sciogliere il lievito nel latte tiepido (non deve superare i 37°C) e unire i due cucchiaini di malto d'orzo, mescolare bene e fare riposare per una decina di minuti.
Versare il latte con il lievito nel cestello della macchina del pane (o impastatrice) aggiungere le farine, il miele, il sale e il burro morbido a fiocchi e incominciare ad impastare. Unire un tuorlo alla volta farlo assorbire. Lavorare per dieci minuti- un quarto d'ora o fino a quando non si ottiene un impasto liscio ed omogeneo. (resta duro non  preoccupatevi)
A questo punto raccoglierlo in una palla, fare un taglio a croce e lasciare lievitare fino al raddoppio. Ci vorrà circa un'ora, un'ora e mezza a seconda della temperatura nella vostra cucina.
Lavorare il burro a pomata insieme allo zucchero di canna e alla cannella fino ad ottenere una crema.
Passato il tempo di lievitazione, stendere l'impasto su una spianatoia appena infarinata fino ad uno spessore di 1/2 cm e dando una forma rettangolare.

Spennellare con la crema di burro,zucchero e cannella lasciandone da parte circa un cucchiaio.
Arrotolare il rettangolo su sè stesso sul lato più lungo fino ad ottenere un cilindro. Passare il rotolo sulla carta forno, la chiusura della pasta deve andare sotto. Con un coltello molto affilato tagliare il rotolo a metà dal lato più lungo lasciando solo 1 centimetro unito ad un'estremità.


Intrecciare i lembi tagliati fra di loro facendo in modo che la parte tagliata sia rivolta verso l'alto. Unire le estremità, ecco che la corona è pronta. Spennellarla con la crema di burro lasciata da parte, passarla con tutta la carta forno su una teglia e lasciare lievitare per un altro quarto d'ora. Infornare (forno preriscaldato) a 190°C e cuocere  per 20-25 minuti. Lasciare raffreddare su una gratella e servire con una spolverata di zucchero a velo.













p.s. sarò latitante dal blog ancora per qualche giorno perchè sono a casa dei miei in Campania! Spero di riuscire a passare a trovarvi al più presto!

*  Il piatto in ceramica è Caleca Edizione Limitata Natale 2011  *


14 commenti:

  1. Che bello! Mi fa venire voglia di averlo per colazione!! Tanti auguri a te bellezza un bacione!!

    RispondiElimina
  2. Buon anno cara Laura!!!! Anche io molto latitante in questo periodo mi riaffaccio qui e trovo questa corona stragolosa!!! Ti è venuta benissimo e mi hai fatto venire voglia di rifarla subito...proverò la tua versione!!! Un bacione e a presto!

    RispondiElimina
  3. Auguri Laura!
    Questa corona deve avere un profumo da svenimento *_*

    RispondiElimina
  4. Wow che cosa golosissima!! Buon anno :)

    RispondiElimina
  5. Buon anno Laura:) Finalmente grazie al tuo "passo passo" ho capito come si prepara questo dolce. E' davvero scenografico, e mi incuriosiva da tempo questa sua forma particolare.

    RispondiElimina
  6. Che favola, sei davvero bravissima!!! Auguri!!!

    RispondiElimina
  7. Bellissima cara Laura la tua corona, anche io avevo adocchiato questa preparazione su sale e pepe, in quella versione era arricchita con le mele nella farcitura e la farina di segale nell'impasto..in ogni caso..una ricetta invitante e anche molto bella! bravissima, come sempre! buon anno cara!

    RispondiElimina
  8. Laura cara, passo per farti tanti augurissimi per un felice e sereno 2013 ricco di soddisfazioni!!!
    Un abbraccio!
    More

    RispondiElimina
  9. Laura, l'avevo già visto su twitter...ma qui, in grande, il tuo kringle estone è davvero uno spettacolo, con tutte quelle belle pieghe!! Complimenti!! :D

    RispondiElimina
  10. rimasta affascinata da Patrizia e qui ancor di più ora salvo pure la tua...continuo a salvare...ma prima o poi dovrò decidermi a prepararla...è strepitosa! complimenti!
    buon anno!

    RispondiElimina
  11. Ti è venuta una meraviglia!!! Un giorno proverò anche io :-) Deve essere super! Bacioniiii

    RispondiElimina
  12. Ciao e complimenti! Solitamente non commento mai le ricette, almeno non prima di provarle provate, ma qui devo proprio dire che non riesco a chiudere la bocca dalla meraviglia !!! Foto fantastiche o ricetta eccezionale mi sono detta...di certo bravissima tu che mi hai stimolato ad infilare le scarpe per andare a procurarmi subito gli ingredienti ;-).
    Buon anno e che la fantasia sia sempre con te !
    P.S. ti farò sapere se il risultato è piaciuto.

    RispondiElimina
  13. Ommioddio me l'ero persa! Come è potuto accadere!?!?? Bhe, fa freddo e la mia vestaglia è rossa, sono ancora perfettamente in linea con il clima delle feste! ;) :))

    RispondiElimina
  14. davvero molto molto bella complimenti anche per la spiegazione!
    complimenti !
    ciao e alla prossima
    tiziana

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ultimi post: